mercoledì 27 agosto 2008

Vacanze in Toscana - Bagno Vignoni

Direttamente dal lago Trasimeno, in Umbria, eccoci alle terme, in Toscana!

In Agosto ho trascorso una settimana di vacanze nel piccolo centro termale medievale di Bagno Vignoni, in provincia di Siena.
L’antico borgo deve il suo nome in parte al castello di Vignoni, i cui resti si trovano nelle vicinanze e, in parte, alle acque termali note fin dall’epoca romana.
Nel corso del Medioevo, il caseggiato si sviluppò negli spazi affacciati sulla grande piazza. Questa era, ed è, interamente occupata dalla vasca rettangolare, nell’attuale “Piazza delle Sorgenti”, nella quale sgorgano le calde acque della sorgente termale.
Qui si concentrò la parte abitativa con le residenze, le locande e, più tardi, la chiesetta di San Giovanni Battista, mentre sul ciglio della rupe sorsero i mulini, affacciati sulla magnifica Valdorcia.
Numerosi furono i personaggi storici che soggiornarono a Bagno Vignoni: Santa Caterina da Siena, Lorenzo il Magnifico, il Papa Pio II Piccolomini, che vi fece costruire la sua residenza, il palazzo che ora ospita l'albergo "Le Terme".
Anche alcuni pellegrini, in cammino lungo la vicina via Francigena, vi sostarono e contribuirono a diffonderne la conoscenza.


Il piccolo centro è rimasto sostanzialmente immutato ed è meta di numerosi visitatori, attratti dalla particolarità e dalla bellezza di questa "piazza".

Anche la diffusione della cultura dei centri benessere ha contribuito ad accrescere le presenze di visitatori, con un incremento di giovani interessati al fitness.
Le acque termali sono apprezzate per l’elevato contenuto in sali di calcio e solfato, e sgorgano a una temperatura di circa 50°.
Più che per le terme, siamo venuti qui, nel periodo di Ferragosto, per trascorrere qualche giorno in assoluto relax, di nuovo all’Albergo Le Terme.
Questa volta abbiamo cambiato stanza: il caldo in quei giorni sembrava insopportabile e nella n. 3 non c'era l'impianto di climatizzazione.
Fortunatamente, la nuova stanza era confortevole e con vista sulla "piazza vasca".


Le nostre giornate sono trascorse tranquillamente, tra buone letture, bagni in piscina (presso un'altra struttura),
qualche serata più animata
 
e passeggiate nei dintorni: tra l’altro siamo tornati a visitare Pienza di cui posterò.


Come arrivare: Bagno Vignoni si trova nel comune di San Quirico d’Orcia (SI)- Toscana.

Da Nord: A1 Milano-Roma, uscita Val di Chiana, arrivare a prendere la SS 146….

Da Sud: A1 Roma-Milano, uscita Chiusi, prendere la S.S. 146 fino a San Quirico d'Orcia, da qui prendere la S.S. 2 direzione Roma e, a circa 5 Km, si trova il bivio per Bagno Vignoni.

© Anna righeblu ideeweekend

Itinerari in Toscana - post : Bagno Vignoni 1 - Bagno Vignoni 2 - Pienza 1 - Pienza 2 - San Quirico d'Orcia - Montalcino - Sarteano - San Casciano dei bagni - Radicofani - Chianciano - Siena 1 - Siena 2 - Siena 3 - Video: Immagini di Siena -

sabato 23 agosto 2008

Weekend del gusto – "La locanda del Castello"

Più che un weekend, è stato un “salto” di una giornata infrasettimanale, non previsto ma in buona compagnia.
Dopo una serie di giri programmati in zona, a metà mattina abbiamo prenotato telefonicamente: un tavolo per 4 alla “Locanda del Castello” di Roccasecca (FR).

Carla ci ha accolti con la ....
continua QUI su righeblu.

Aggiornamento: nella serata di sabato 13 Settembre, dalle 19,30, il borgo medievale del Castello sarà animato dalla manifestazione "Le cantine de 'na vota", con apertura delle
cantine, allestimento di stand gastronomici, musica e spettacoli.
Potrebbe essere un'occasione per programmare un weekend... proprio alla Locanda del Castello...


© Anna righeblu ideeweekend

venerdì 22 agosto 2008

Vacanze sul lago Trasimeno - I colori del lago

I colori del lago non sono sempre uguali.
Cambiano, con le stagioni e con il tempo, con la luce del mattino e le prime ombre della sera. Tutte le gradazioni dell’azzurro si susseguono, da una sponda all’altra, con armoniose sfumature e riflessi argentei.
Mi piace osservare il lago, mi rilassa e mi mette di buon umore.

Per questo ho scelto di trascorrere qualche giorno di vacanza a Castiglione del lago, sul lago Trasimeno.

Quest’anno sembra che nel piccolo centro l’affluenza di visitatori sia più limitata.

Forse una maggiore attenzione e cura dei percorsi in centro e nei punti panoramici, potrebbe rendere più gradevole e attraente la permanenza.

Intanto, per la rivalutazione dei piccoli tesori della cittadina e per vivacizzare le serate, si svolgono una serie di interessanti e simpatiche iniziative.

Tra le altre,l'8 Agosto, nella chiesetta di S. Domenico di Guzman, si è tenuta la cerimonia liturgica inaugurale per la nuova porta della cappella.

La chiesetta, situata in via del forte, fu costruita dal duca Fulvio della Corgna, nel 1683, quale ringraziamento al Santo per la guarigione della moglie.
In seguito, nella cappella furono sepolti il duca stesso e il poeta Cesare Caporali.

Molte associazioni cittadine si stanno adoperando per la realizzazione di un museo di arte sacra, proprio all’interno della cappella.
Per raccogliere i fondi necessari è stata programmata una cena che si svolgerà il 23 agosto.

Nella serata di sabato 9 Agosto, in Piazza Mazzini, per l’iniziativa “Di Luce e d’ombra 2008”- Poesia in piazza, la poetessa Anna Buoninsegni ha dato lettura di alcune sue composizioni.
La musica del trio Trasimeno e l’aperitivo in piazza, offerto dai Bar Centrale e Mazzini e dal Ristorante Monna Lisa, hanno contribuito a vivacizzare la serata.

© Anna righeblu ideeweekend

sabato 16 agosto 2008

Ferragosto con ritmi gitani a Bagno Vignoni

Il violento ed improvviso temporale ferragostano, abbattutosi nel pomeriggio di ieri su Bagno Vignoni, non è riuscito a fermare gli artisti della band macedone “Naat Veliov & The Original Kocani Orkestar”.
Lo spettacolo, programmato nell’ambito del Festival della Valdorcia, anziché al parco dei mulini, si è svolto sotto il loggiato di S. Caterina, con la magnifica cornice della vasca termale storica.
Un pubblico numeroso, di giovani e meno giovani, ha seguito l’esibizione della band balcanica proveniente dalla cittadina macedone di Kocani e guidata da Naat Veliov alla tromba.
Il gruppo ha proposto una serie di brani travolgenti, in una girandola di motivi gitani tradizionali arrangiati in chiave moderna.
La combinazione di melodie e ritmi, vorticosi ed esaltanti, ha reso particolarmente vivace la serata.

Aggiornamento video


video


© Anna righeblu ideeweekend

giovedì 14 agosto 2008

giovedì 7 agosto 2008

Weekend al Castello

Se volete programmare un weekend o una vacanza, in un territorio ricco di testimonianze storiche, archeologiche, mistiche, leggendarie e naturalistiche, vi suggerisco di partire dal Castello, piccolo borgo medievale nel comune di Roccasecca, in provincia di Frosinone.
Anch’io sono tornata qui con la voglia di rilassarmi, e di riscoprire gli itinerari dei luoghi della memoria, poco alla volta.
Ho scelto come base il ristorante relais “La locanda del castello” di Carla, mia carissima amica sin dall’adolescenza.L’antica struttura in pietra, ampliata di recente, si affaccia sul magnifico panorama della valle del Liri e offre ambienti accoglienti ed eleganti, dal tono rustico e ben inserito nel contesto storico del luogo. Si trova in un punto nodale, in buona posizione per spostarsi in diverse direzioni, secondo vari itinerari tematici.Per le notizie e altre immagini, vi rimando al simpatico link-immagine nella barra laterale.
Il mio primo itinerario nel tranquillo borgo, mi ha portata sulla via del castello dei conti d’Aquino, posto in cima al monte Asprano e sempre aperto alle visite.
La rocca dei conti d’Aquino, dai quali nacque San Tommaso nel 1224, è una delle aree laziali più importanti dal punto di vista storico e archeologico.I ruderi, con l’altissima torre di avvistamento, sono in fase di restauro avanzato, nell’ambito di un progetto di musealizzazione, che dovrebbe consentire un accesso più agevole anche ai diversabili.
Per ora sono raggiungibili con una piacevole ma impegnativa salita…
Visto il caldo degli ultimi giorni, ho rimandato la visita al castello a giornate più fresche. Mi sono invece fermata alla deliziosa chiesetta di San Tommaso, con il campanile e gli interni restaurati, con conservazione di alcuni affreschi già frammentari.
Molto interessante e caratteristico è anche il borgo di Colle San Magno, nelle vicinanze, con la frazione di Cantalupo: un luogo fuori del tempo…

Ristorante Relais Hotel
"La locanda del Castello"
Via San Tommaso, 9
03038 Roccasecca (FR) Italy
tel: 0776 567354 - 335 7202500
www.lalocandadelcastello.org

Post correlati su righeblu: Weekend del gusto - La Locanda del Castello
© Anna righeblu ideeweekend

domenica 3 agosto 2008

Vacanze in Sicilia – Il Val di Noto

[foto diPhantom65]
Se siete In Sicilia, per una vacanza o un weekend, non perdetevi le meraviglie del barocco in Val di Noto.
Il filo conduttore, che lega le città di questo territorio, è nell’architettura dei palazzi, delle chiese e delle piazze ricostruite dopo il tragico terremoto del 1693.
Dopo la catastrofe, la rapida ricostruzione degli edifici distrutti produsse un ambiente urbano straordinariamente appariscente, ricco di fregi, ornamenti e mensole, bizzarramente scolpite con l’esuberanza e il gusto dell’epoca.
Le fantastiche decorazioni dei balconi, con le ringhiere di ferro battuto, e le mensole barocche, raffiguranti demoni e maschere mostruosi, accompagnano il visitatore alla scoperta degli angoli più eleganti e nobili.

[foto di maurixio]

Le città toccate da questo itinerario barocco, si trovano tutte nella Sicilia Orientale: Acireale, Catania, Caltagirone, Palazzolo Acreide, Siracusa, Noto, Scicli, Modica, Ragusa, Ibla….

[foto di pallotron]

© Anna righebluideeweekend

Itinerari di Sicilia: Taormina - gole dell'Alcantara - Siracusa: Ortigia - fonte Aretusa - Fontane bianche - Siracusa, Teatro greco - castello di Mussomeli - castelli chiaramontani - Val di Noto
Related Posts with Thumbnails