martedì 30 settembre 2008

Veroli – un weekend tra mura ciclopiche e misteri


Veroli è una città sorprendente, per la sua storia con radici antichissime e per i resti e gli edifici che ne testimoniano la grandezza e le vicissitudini.
Arrampicata su uno sperone roccioso dei Monti Ernici, è affacciata sulle ampie vallate del Sacco e del Liri, nel cuore della Ciociaria.


A Veroli (come in altre città della zona) si possono ammirare le mura megalitiche o ciclopiche, così dette per la dimensione dei massi.
Nella parte alta, verso la rocca, si osservano mura ben conservate, con rifacimenti e sopraelevazioni di epoca medievale.
E’ assolutamente da vedere la chiesa romanica di San Leucio, dell’XI secolo.


Molto semplice e ben conservata, la chiesetta presenta una sola navata a capriate e resti di affreschi sulle irregolari pareti interne.


Da qui è possibile inoltrarsi nei caratteristici vicoli, molti dei quali terminano con verdeggianti e fiorite piccole corti private. ( .... GUARDA IL VIDEO)
Scendendo verso il centro, s’incontrano numerose chiese, ciascuna con una sua particolare storia.


Poco distante dalla cattedrale di Sant’Andrea si trova il particolare complesso della Basilica di Santa Salome e del Seminario, con l’antica Biblioteca Giovardiana.
La Basilica fu costruita, sul preesistente oratorio degli innocenti, dopo il ritrovamento del corpo della Santa, testimone della morte e resurrezione del Cristo e patrona della città.
All’interno, oltre a preziose opere pittoriche, si trova la Scala Santa (ne esistono solo altre due nel mondo).


Essa fu costruita nel ‘700 ed è formata di dodici scalini (in uno dei quali si troverebbe un frammento della Santa Croce di Gerusalemme), qui è possibile ottenere l’indulgenza, rispettando le condizioni indicate in una lapide, posta a destra della scala.
Nel bellissimo edificio del Seminario, ha sede una delle più antiche biblioteche pubbliche, la Biblioteca Giovardiana, istituita nell'anno 1773 per volonta' di Mons. Giovardi, e ricca di
documenti di grande valore. Passeggiando tra stradine e piazzette, si scoprono angoli antichi e molto affascinanti: tra le altre, è presente una Chiesa templare, originaria del XIII secolo, la Chiesa di Santa Maria dei Franconi.

Come testimonia il nome, la chiesa appartenne ai Cavalieri Templari e presenta alcune croci patenti, incise nelle pietre del portale d’ingresso.
La Chiesa merita una visita più accurata, purtroppo ieri pomeriggio era chiusa.


Veroli si trova nel Lazio, in provincia di Frosinone, in un territorio ricco di storia e testimonianze di grande fascino. Per arrivare consultare questa pagina

Anna righeblu ideeweekend

Itinerari Lazio: Scorci di Veroli ( video di Anna Righeblu) - Veroli - Abbazia Casamari - Chiostro Casamari - Isola del Liri, la cascata grande - Civitas vetus di Arpino

10 commenti:

Elga ha detto...

Grazie a te conosco angoli di Italia che meritano di essere visitati e che altrimenti rimarrebbero a me ignoti! Elga

anna righeblu ha detto...

Elga, mi fa piacere! Questi angoli d'Italia sono poco frequentati turisticamente ma, a mio avviso, sono da vedere assolutamente.
Bella la tua immagine profilo, complimenti!
A presto

caravaggio ha detto...

è bellissima ciao

anna righeblu ha detto...

Caravaggio, ciao e buon inizio di settimana

kris ha detto...

Bellissimo! Anch'io adoro questi posti poco conosciuti ma che meritano tutta l'attenzione!

anna righeblu ha detto...

Kris, benvenuta. Sono piccoli centri con una loro grande storia!

paola ha detto...

Un'ottima idéa per passare un magnifico week end.
Ciao
Paola

anna righeblu ha detto...

Paola, proprio così...per me è stato un magnifico weekend e in ottima compagnia!
Ciao e a presto

Michelangelo ha detto...

Non mi farò scappare questa meta in un prossimo weekend. Magari c'è anche un buon ristorante da quelle parti?
Michelangelo

anna righeblu ha detto...

Michelangelo, sì, ti farò sapere... proprio a Veroli non ne ho provati, ma chiederò a chi mi ha ospitato e conosce bene i ristoranti in zona.
A presto

Related Posts with Thumbnails