venerdì 9 luglio 2010

Matera - Le Chiese Rupestri


[foto da Flickr di Basileus]

Matera è, ancora, solo una nota tra le mie ipotesi di viaggio... E, tra le cose da vedere, ho sottolineato il Parco delle Chiese Rupestri.
Testimonianze della fede di comunità provenienti dall'Oriente, le chiese rupestri rivelano la volontà di conquistare spazi liturgici propri.
Quando a Bisanzio (VIII secolo circa) infuriava l'iconoclastia, piccoli gruppi di monaci, greci e latini, si incontrarono nelle Gravine, le ripide pareti calcaree scavate dall'erosione, tipiche del territorio ionico-lucano e delle Murge.
In quelle aspre gole, all'interno di caverne naturali o scavate dagli eremiti, furono posti gli spazi essenziali per le loro chiese.
La struttura semplice, ma rispettosa della distribuzione degli spazi liturgici, era impreziosita da elementi architettonici e affreschi.
In alcuni casi gli affreschi sono andati perduti o sono stati impoveriti a seguito di atti vandalici.
Tra le chiese, sono da ricordare quelle di Santa Barbara e S. Maria della Valle, con una bella facciata romanica.
Per saperne di più QUI e QUI... e,  se le avete visitate, aggiungete altre notizie nei commenti.

Anna Righeblu Ideeweekend

8 commenti:

paola ha detto...

Poco tempo fa, abbiamo visto "un reportage" molto interessante su Matera, ci è venuto voglia di andare a vedere da più vicino...
Ciao
Paola

Giovanna ha detto...

Ciao, Anna. Hai scovato un posto incantevole, come sempre. Ho visitato Matera molti, troppi anni fa, chiese rupestri incluse. All'epoca, purtroppo, il giro delle chiese era reso complicato dal fatto che alcune erano private e bisognava cercare la chiave in giro, in una, magnifica, c'erano addirittura stivate delle carrube. Per non parlare del fatto che una delle più belle e particolari (non ricordo il nome) era stata tagliata dalla costruzione della strada voluta dal fascismo. Altrove, parte degli affreschi era stata asportata da vandali. Nonostante tutto questo ho il ricordo di luoghi veramente magici, e mi auguro che nei vent'anni circa che sono trascorsi qualcosa sia cambiato, in meglio, in termini di tutela e valorizzazione.
Un abbraccio.

Anna Righeblu ha detto...

Paola, spero di riuscire a concretizzare anch'io... forse in Settembre, per un weekend

Anna Righeblu ha detto...

Giovanna, mi auguro che la situazione sia migliorata...
So che nel 1990 è stato istituito l'Ente Parco archeologico storico naturale delle chiese rupestri del Materano ma, al di là di quello che appare nel sito e su qualche guida cartacea, non so altro.

Ti ringrazio, il tuo commento è una conferma all'idea di Matera come luogo magico... da vedere! :-)

OT: Ho avuto difficoltà a pubblicare questi commenti... probabilmente blogger sta facendo le bizze...

Baci

Ambra ha detto...

Non conosco Matera, ma mi associo anch'io all'idea che sia un posto magico, assolutamente da visitare.
Forse davvero anche per me l'ideale potrebbe essere fine agosto o primi di settembre.
Intanto buona domenica, sarò assente per una decina di giorni, senza computer, mi farò viva al ritorno.

Chiara ha detto...

Matera è meravigliosa!!! un luogo unico, dal fascino indescrivibile, le sue costruzioni scavate nelle rocce, le case grotte, le chiese ...
molto suggestivo!!!
La Gravina il profondo burrone lungo diversi chilometri davvero di grande effetto!!! uno spettacolo indimenticabile!!!
ti consiglio di andare perchè è un posto unico al mondo!!! io ci sono stata qualche anno fa, i primi di agosto, è stata una dura prova passeggiare per i sassi sotto il sole cocente... settembre, ottobre o primavera, sarebbero ideali

Anna Righeblu ha detto...

Ambra, concordo. Penso proprio che sia il caso di rimandare l'idea di un weekend a Matera a periodi meno torridi.
Buone vacanze, ci sentiamo al tuo rientro.

Anna Righeblu ha detto...

Chiara,grazie anche a te per questa conferma. A questo punto spero davvero di riuscire ad organizzare tutto per fine estate, in Settembre o Ottobre...
Vedremo.

Related Posts with Thumbnails